domenica 31 ottobre 2010

foglie gialle, foglie rosse, foglie arancioni, come farfalle volan via.

L'autunno è già iniziato da un mesetto, e le foglie degli alberi hanno già cominciato a cambiare colore: da gialle diventeranno rosse o marroni e poi cadranno secche.
Questo fenomeno avviene per mezzo della clorofilla che si trova nelle foglie, dona il colore verde alla pianta e viene prodotta nelle stagioni calde. Infatti, la pianta ha bisogno della luce del sole per produrre la clorofilla.
Durante l'estate, quando il sole è molto intenso, la pianta produce questa sostanza in continuazione e cresce. In inverno, quando le ore di luce sono di meno, la clorofilla non viene più prodotta, la pianta si ingiallisce e va in una specie di letargo, durante il quale non cresce.
Inoltre il colore delle foglie cambia anche per altri fattori correlati tra loro:

Le notti fredde: le basse temperature distruggono la clorofilla e fanno ingiallire le foglie, ma se la temperatura resta sopra lo zero, la produzione di antociano è stimolata e le foglie diventano rosse.
Il tempo secco: gli zuccheri si concentrano nelle foglie, si produce più antociano e le foglie diventano rosse.
Le giornate assolate e calde: sebbene la produzione di nuova clorofilla si fermi in autunno, la fotosintesi avviene comunque nelle giornate di sole autunnali, sfruttando la clorofilla rimasta nelle foglie. La concentrazione di zuccheri aumenta in questo modo facendo diventare rosse le foglie.
In conclusione, se vogliamo avere un autunno ricco di sfumature di giallo, arancione e rosso, dobbiamo sperare in giornate assolate, secche, con notti fredde ma non sotto zero. Un autunno nuvoloso e piovoso non ci regala colori sgargianti sugli alberi.
Davvero divertenti potranno essere le giornate dei bambini, con l'arrivo del mal tempo anche in casa potranno divertirsi a fare del collage con le foglie raccolte insieme alla mamma e al papà durante una passeggiata in un parco. Attività divertende ed educativa per la manipolazione delle foglie e per l'apprendimento dei colori.

Nessun commento:

Posta un commento